Termoarredo per il bagno: tutta la funzionalità del design

 

La scena è familiare, chi non ci ha pensato almeno una volta? Pieno inverno. Alba. Maledetta sveglia. Nessuna voglia di uscire dal tepore delle coperte, ma il dovere chiama a rapporto. Coraggio, in doccia. Momentaneo caldo sollievo. Bisogna però uscire e in bagno si gela. Che piacere sarebbe se l'asciugamano fosse già bello tiepido?

Termoarredo è la risposta. A questa e ad altre esigenze quotidiane di comfort nella vostra stanza da bagno: scaldare l'ambiente, scaldare le salviette, asciugare teli bagnati. Con il minimo ingombro, perfetto per bagni poco spaziosi.

No, l'epoca dei termosifoni e dei tradizionali radiatori non è del tutto tramontata, ma un elemento di termoarredo rappresenta un deciso passo avanti se si tratta di coniugare funzionalità, praticità ed estetica.

Il termoarredo per il bagno è oggi disponibile in molteplici soluzioni diversificate: è adattabile agli spazi più angusti, è pratico, facilmente pulibile e dal costo assolutamente non proibitivo. Volendo, è anche termoarredo design: un elemento d'arredo speciale, che soddisfi il vostro gusto per un salto di qualità in termini di eleganza.

 

Termoarredo classico: disposizione verticale a servizio della praticità

 

Il termoarredo più diffuso è quello disposto in verticale, a forma di scaletta con tubi in alluminio orizzontali paralleli che provvedono ad emanare calore (ed eventualmente asciugare panni o salviette infilati tra le doghe): bianco o cromato, dritto o curvo, è il termoarredo bagno classico. Esteticamente si può definire neutro, abbinabile a qualsiasi stile d'arredo del vostro bagno. Ma comunque più elegante di un vecchio termosifone.

 

Termoarredo elettrico: una soluzione senza impianto di riscaldamento

 

Una variante da tenere in considerazione è quella del termoarredo elettrico, che non ha bisogno degli attacchi all'impianto di riscaldamento in quanto alimentato a corrente tramite termostato.

 

Termoarredo di design: fare la differenza senza rinunciare alla funzionalità

 

Dulcis in fundo, termoarredo design: per fare la differenza e puntare con decisione al bello o all'eccentrico, senza rinunciare all'efficacia. Forme? Per tutti i gusti. Dalla più semplice alla più complessa. Dalla classica scaletta reinterpretata in mille fogge, alle spirali, dalle composizioni a vela ai soggetti più strampalati per soddisfare anche i più fantasiosi (cactus? Serpente? Pianta rampicante? Figura d'uomo o donna? Non manca niente, immaginazione al potere...). Per inciso, un elemento di termoarredo design non è necessariamente destinato alla stanza da bagno: tutta la casa può essere riscaldata in maniera innovativa e tecnologicamente all'avanguardia. Attenzione al calcolo dei consumi: la potenza termica necessaria, espressa in kilowatt, dipende dal volume della stanza da riscaldare.

D'altronde la caratteristica più importante del termoarredo bagno (è giusto ribadirlo) è la sua assoluta flessibilità nell'adattarsi all'ambiente circostante: sfruttare con intelligenza lo spazio a disposizione è l'obiettivo che si pone chiunque voglia ristrutturare il bagno o l'intera abitazione.

 

Postilla conclusiva: attenzione alla scelta dei componenti, fondamentali per regolare il flusso dell'acqua nei tubi (valvola) e isolare l'elemento (detentore). Ne esistono di varie tipologie, tanto da meritare una trattazione a parte.